PROCEDURA APERTA PER L’APPALTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA E ASILO NIDO - F.A.Q.

Quesito n.1 del 19/09/2018

Si richiede indicazione del prezzo riconosciuto all’attuale gestore, per le prestazioni oggetto d’appalto.

Risposta al chiarimento                                                                                                             

Attuale gestore:

Ditta Compass Group Italia S.p.A.

Prezzo:

€ 4,58 + iva (per tutte le scuole)

€ 4,58 + iva + quota giornaliera di € 50,00 + iva (per asilo nido)

Quesito n.2 del 19/09/2018

Si richiede il dettaglio degli eventuali beni di proprietà dell’attuale gestore.

Risposta al chiarimento                                                                                                             

Beni di proprietà dell’attuale gestore: servizio di noleggio per coltelli e taglieri (solo per il centro cottura di via Alle Scuole di Curanuova).

Quesito n.3 del 19/09/2018

Si richiede una stima delle spese contrattuali e di pubblicazione posti a carico dell’impresa aggiudicataria.

Risposta al chiarimento                                                                                                             

La spesa complessiva PRESUNTA delle spese contrattuali comprensivo di bolli e registrazione si aggirerà sui 5.000,00 Euro.

Quesito n.4 del 19/09/2018

La tabella del personale di cui all’allegato 8, contempla anche il personale del Centro Cottura di Via Marconi 12 adibito al servizio di preparazione e somministrazione dei pasti dell’Asilo Nido Comunale?

Risposta al chiarimento                                                                                                             

La tabella del personale di cui all’allegato 8 contempla anche il personale del Centro Cottura di Via Marconi 12 (asilo nido comunale). Un operatore di Livello 6S viene rapportato ad un 5 Livello effettuando ore supplementari. Anche tutti gli altri operatori di 3 e 4 Livello effettuano ore supplementari.

Quesito n.5 del 26/09/2018

Con riferimento alla garanzia provvisoria di cui al punto 4 pagina 11 del disciplinare si chiede se sia corretto intestare la cauzione al Comune di Mongrando, via Roma 40 - 13888 Mongrando BI.

Risposta al chiarimento                                                                                                             

Con riferimento alla garanzia provvisoria di cui al punto 4 pag.11 del disciplinare si conferma di intestare la cauzione al Comune di Mongrando, via Roma n.40 – 13888 Mongrando BI.

Quesito n.6 del 26/09/2018

Con riferimento alla garanzia provvisoria di cui al punto 4 pagina 11 del disciplinare si chiede se l'impegno al rilascio della cauzione definitiva possa essere contenuto nel testo della cauzione medesima.

Risposta al chiarimento                                                                                                             

L’impegno al rilascio della cauzione definitiva deve essere contenuto nel testo della cauzione provvisoria poiché i contratti autonomi di garanzia seguono uno schema tipo approvato dal MIT.

Quesito n.7 del 26/09/2018

Con riferimento alla garanzia provvisoria di cui al punto 4 pagina 11 del disciplinare si chiede se in caso di riduzione della cauzione dovuta al possesso delle certificazioni indicate nell'art. 93 c.7 del decreto legislativo 50/2016 sia corretto e sufficiente allegare alla documentazione di gara copia conforme all'originale delle certificazioni possedute e che trattasi di refuso il riferimento al punto 4 pagina 11-12 alla "fotocopia resa autentica della certificazione di qualità".

Risposta al chiarimento                                                                                                             

La locuzione “fotocopia resa autentica della certificazione di qualità” non è un refuso poiché richiama l’art.77 BIS del D.P.R. 445/2000, che a sua volta estende le modalità di autenticazione dei documenti, previste dal capo secondo e terzo del predetto decreto alle procedure di gara per lavori, servizi e forniture.

Quesito n.8 del 26/09/2018

Si chiede se con riferimento alle due idonee dichiarazioni bancarie attestanti l'idoneità economica e finanziaria del concorrente a gestire il servizio di ristorazione scolastica oggetto dell'affidamento di cui al punto 2 pagina 4 del disciplinare sia corretto intestare le medesime al Comune di Mongrando, via Roma 40 - 13888 Mongrando BI.

Risposta al chiarimento                                                                                                             

Si conferma di intestare le due idonee dichiarazioni bancarie attestanti l’idoneità economica e finanziaria del concorrente al Comune di Mongrando, via Roma n.40 - 13888 Mongrando BI.

Quesito n.9 del 28/09/2018

Alla luce della risposta al quesito n. 7, con riferimento alle certificazioni di qualità il cui possesso è necessario per la riduzione dell’importo della garanzia provvisoria di cui al punto 4 pag.11 del Disciplinare, si chiede se è corretto intendere che in caso di possesso di certificazione ISO 9001 è necessario produrre in gara copia resa autentica dal notaio della certificazione medesima, mentre in caso di eventuale possesso di ulteriori certificazioni indicate nell’art. 93 c.7 del D.Lgs. 50/2016 è sufficiente produrre copia conforme all’originale resa dal legale rappresentante del concorrente.

Risposta al chiarimento                                                                                                            

Non è necessario produrre  copia resa autenticata dal notaio, ma è sufficiente produrre copia conforme all’originale resa dal legale rappresentante del concorrente.

Quesito n.10 del 04/10/2018

In riferimento alla gara in epigrafe, con riferimento a quanto riportato all'art.4 - Piano di emergenza del Capitolato Speciale d'Appalto e a quanto riportato all'art. Criterio di Aggiudicazione Parametro Centro Cottura di Emergenza del Disciplinare di Gara si richiede di voler confermare che il Centro Cottura di emergenza deve essere in disponibilità del concorrente alla data di avvio del servizio e per tutta la durata dell'appalto (a copertura dei 5 anni di durata contrattuale)

Risposta al chiarimento                                                                                                           

Si conferma che il centro cottura di emergenza dovrà essere in disponibilità del concorrente alla data di avvio del servizio e per tutta la durata dell’appalto. La mancata copertura per l’intero periodo dei cinque anni sarà oggetto di valutazione da parte della Commissione di gara.

Quesito n.11 del 12/10/2018

Si chiede di confermare che l’elenco dei fornitori, divisi per generi alimentari e non, richiesto dal Capitolato art. 29 pagina 16, non debba essere prodotto in fase di gara ma solo in caso di aggiudicazione e di confermare altresì che in questa fase sia corretto e sufficiente produrre unicamente l’elenco dei prodotti e del fornitori relativi ai prodotti a Km 0/biologici/Lotta integrata e bio dinamica di cui ai criteri di aggiudicazione punteggio tecnico (tabella pagina 10 del Capitolato).

Risposta al chiarimento                                                                                                           

Si conferma che in base all’art.29 pagina 16 del Capitolato, in fase di presentazione dell’offerta tecnica, è sufficiente produrre unicamente l’elenco dei prodotti e dei fornitori relativi ai prodotti  (Km0/Biologici/Lotta integrata) di cui ai criteri di aggiudicazione punteggio tecnico (tabella pagina 10 del Capitolato).

Quesito n.12 del 12/10/2018

Si chiede di voler confermare che per DGUE ‘in formato elettronico’ debba intendersi il DGUE in formato word presente tra i documenti di gara ( Allegato A1-1 DGUE ), debitamente compilato, sottoscritto con firma autografa dal legale rappresentante della società e successivamente scansionato e prodotto - oltre che in copia cartacea - su supporto informatico e non, viceversa, il DGUE creato sul sito della Commissione Europea (https://ec.europa.eu/tools/espd/filter?lang=it).

Risposta al chiarimento                                                                                                           

Si conferma che per DGUE “in formato elettronico” debba intendersi il DGUE in formato word (Allegato A1-1) debitamente compilato, successivamente scansionato e prodotto , oltre che in copia cartacea, su supporto informatico (CD). Si comunica che l’allegato A1-1 DGUE viene messo a disposizione in formato word sul sito del Comune di Mongrando.

Quesito n.13 del 12/10/2018

Si chiede:

1) ai sensi della normativa del CCNL per dipendenti da aziende del settore Turismo parte speciale Pubblici Esercizi del 20/02/2010 come da capo XIV - Norma per la ristorazione collettiva CAMBI DI GESTIONE art.346, le seguenti informazioni relative al personale attualmente occupato, con la specifica se dipendente dell'attuale gestore o in subappalto, al fine di poter effettuare una valutazione più realistica dei costi di competenza del gestore:

  • numero degli addetti
  • livelli
  • anzianità di servizio
  • monte ore giornaliero
  • sede di lavoro di ogni singolo dipendente
  • contratto applicato
  • eventuali maternità
  • eventuali contratti a termine
  • profilo professionale

2) il nominativo del gestore uscente

3) l'attuale/i prezzo/i di gestione

4) il riepilogo dei pasti del mese di ottobre 2017 - novembre 2017 - maggio 2018 per singolo plesso scolastico, dal quale sia possibile evincere la suddivisione giornaliera dei pasti all'interno delle settimane, suddiviso per tipologia di utenza: alunni, insegnanti, dipendenti, ecc;

5) le planimetrie dei locali oggetto dell'appalto in formato .dwg o .pdf

6) l'elenco delle attrezzature di proprietà dell'Amministrazione Comunale e/o del gestore uscente

Risposta al chiarimento                                                                                                           

Punto 1):  le informazioni circa l’organico vigente è pubblicato sul sito del Comune di Mongrando a corredo della procedura (allegato A8).

Punto 2 e 3):  le informazioni circa il nominativo del gestore uscente ed il prezzo attuale sono esplicitati nella risposta FAQ n. 1 del 19/09/2018.

Punto 4): il riepilogo dei pasti dei mesi di ottobre e novembre 2017 sono ben dettagliati nel capitolato speciale d’appalto (allegato A4) così come il mese di maggio 2018 per quanto riguarda l’Asilo Nido. Il mese di Maggio 2018 viene sotto riportato:

SCUOLA D’INFANZIA CURANUOVA (Attività svolta su 5 giorni settimanali con interruzione del mese di luglio e agosto)

MESE

N. PASTI BAMBINI

N. PASTI DOCENTI

TOTALE PASTI

MAGGIO 2018

810

104

914

..............................................................................................................................

SCUOLA D’INFANZIA CERESANE (Attività svolta su 5 giorni settimanali con interruzione del mese di luglio e agosto)

MESE

N. PASTI BAMBINI

N. PASTI DOCENTI

TOTALE PASTI

MAGGIO 2018

837

91

928

..............................................................................................................................

SCUOLA PRIMARIA (Attività svolta su 5 giorni settimanali con interruzione del mese di luglio e agosto)

MESE

N. PASTI BAMBINI

N. PASTI DOCENTI

TOTALE PASTI

MAGGIO 2018

2.616

207

2.823

.............................................................................................................................

SCUOLA SECONDARIA DI I° GRADO (Attività svolta su 5 giorni settimanali con interruzione del mese di luglio e agosto)

MESE

N. PASTI BAMBINI

N. PASTI DOCENTI

TOTALE PASTI

MAGGIO 2018

916

50

966

.

.............................................................................................................................

Punto 5): le planimetrie vigente sono pubblicate sul sito del Comune di Mongrando a corredo della procedura in formato PDF (allegati A7 e A6).

Punto 6): l’elenco delle attrezzature è pubblicato sul sito del Comune di Mongrando a corredo della procedura in formato PDF (allegato A9). Pregasi leggere nelle FAQ la risposta al quesito n.2 del 19/09/2018.

Quesito n.14 del 12/10/2018

In riferimento al chiarimento n.10 del 4-ottobre in cui si indica: “Si conferma che il centro cottura di emergenza dovrà essere in disponibilità del concorrente alla data di avvio del servizio e per tutta la durata dell’appalto.  La mancata copertura per l’intero periodo dei cinque anni sarà oggetto di valutazione da parte della Commissione di gara” si chiede di specificare: cosa si intende per” sarà oggetto di valutazione da parte della Commissione di gara”?

Risposta al chiarimento                                                                                                           

Si precisa di attenersi a quanto previsto dal disciplinare e dal capitolato di gara. Un’eventuale segnalazione di mancata copertura per l’intero periodo dei cinque anni comporterà una riduzione del punteggio su parametri che potrà decidere la commissione di gara.

Quesito n.15 del 19/10/2018

Si chiede di confermare se sia possibile, in alternativa ad una delle due dichiarazioni di due istituti bancari o intermediari autorizzati ai sensi della legge 01/09/1993, n. 385, produrre documentazione alternativa, quale, ad esempio, Bilancio 2017, oppure Polizza R. C. T./R. C. O., come peraltro previsto dall’art. 83, comma 4, D. Lgs. n. 50/2016, il quale recita: “Per gli appalti di servizi e forniture, ai fini della verifica del possesso dei requisiti di cui al comma 1, lettera b), le stazioni appaltanti, nel bando di gara, possono richiedere: b) che gli operatori economici forniscano informazioni riguardo ai loro conti annuali che evidenzino in particolare i rapporti tra attività e passività;; c) un livello adeguato di copertura assicurativa contro i rischi professionali”.

Risposta al chiarimento                                                                                                           

IN DEROGA a quanto previsto dal disciplinare di gara circa il periodo concesso per richiedere chiarimenti, termine ormai scaduto, al fine di essere esaustivi nel rispondere a tutte le richieste:

- si precisa di attenersi a quanto previsto dal disciplinare di gara e dalla normativa vigente.

Quesito n.16 del 19/10/2018

Alla luce delle richieste di chiarimento n. 10 e 14 e delle relative risposte rese da codesta spett.le Amministrazione, siamo ad illustrare quanto segue. Il criterio di valutazione CENTRO COTTURA DI EMERGENZA fa dipendere l’attribuzione del punteggio dalla caratteristica del centro cottura emergenziale proposto dal concorrente (“Prevalenza ristorazione scolastica” “non in prevalenza scolastica”) e dalla distanza dello stesso. Nessun riferimento si fa al periodo di disponibilità del centro cottura né all’interno del criterio di valutazione in parola né in qualunque altro punto del capitolato d’appalto o di qualunque altro documento di gara. Di conseguenza, non è peraltro nemmeno possibile comprendere in che modo e con quale peso l’indicazione del periodo di disponibilità del centro cottura emergenziale possa incidere sulla valutazione dell’offerta. Le risposte n. 10 e 14 costituiscono, quindi, una modifica ex post dei documenti di gara e come tali si appalesano illegittime.
Alla luce delle considerazioni sopra svolte, si chiede pertanto a codesta spett.le Amministrazione di rettificare il contenuto di cui alle risposte n. 10 e 14, in quanto il periodo di disponibilità del centro cottura emergenziale non è previsto dalla legge di gara né come un requisito di partecipazione né come un criterio di valutazione (in linea, peraltro, con quanto già affermato dalla sentenza del Tar Torino n. 124/2018).

Risposta al chiarimento                                                                                                           

IN DEROGA a quanto previsto dal disciplinare di gara circa il periodo concesso per richiedere chiarimenti, termine ormai scaduto, al fine di essere esaustivi nel rispondere a tutte le richieste, con la presente si inoltra la seguente comunicazione:

- facendo riferimento alla Sentenza del T.A.R. Torino n.124/2018, in errata corrige, alle risposte dei quesiti n.10 e 14 , si comunica che oggetto di valutazione saranno solo i criteri previsti sul disciplinare e dal capitolato di gara, nel quale non si richiede la copertura per l’intero periodo dei cinque anni ma esclusivamente il punteggio verrà erogato tramite i sotto riportati criteri:          

Centro cottura con PREVALENZA RISTORAZIONE SCOLASTICA: distanza entro i  20  minuti di percorrenza punti 3;  dai 20 minuti ai 25 minuti di percorrenza punti 2, oltre i 25 minuti punti 0.

Centro cottura NON IN PREVALENZA SCOLASTICA: distanza entro i  20  minuti di percorrenza punti 1; oltre i 20 minuti di percorrenza punti 0.