RAVVEDIMENTO OPEROSO

La Legge consente al contribuente di regolarizzare, di sua iniziativa, talune violazioni connesse alla dichiarazione ed al pagamento di imposte o tasse omessi o pagati in ritardo o in misura minore rispetto al dovuto, previsto dall’art. 13 del D. Lgs. 472/97 così come modificato dall'art. 7 del D.Lgs. n. 32 del 26 gennaio 2001, e dall'art. 16, comma 5, del decreto legge n. 185 del 29 novembre 2008 e dalla Legge 111/2011. Tale istituto comporta le riduzioni automatiche delle misure minime delle sanzioni applicabili. Per potersi avvalere del ravvedimento operoso occorre “che le violazioni oggetto della regolarizzazione non siano state già contestate, e comunque, non siano iniziati accessi, ispezioni, verifiche o altre attività amministrative di accertamento delle quali il contribuente abbia avuto formale conoscenza”.
Documenti articolo

Vai alla pagina:Portale Comunale

Vai alla pagina:Area Informativa

Vai alla pagina:Canali tematici

Vai alla pagina:Bilanci

Vai alla pagina:Note Legali